White IPA, conosciamola meglio!

white IPA forum Iulii
white IPA forum Iulii

Cosa accade se un mastro birraio noto per le sue birre luppolate ed uno amante di orzo e frumento si incontrano? Nasce un nuovo stile di birra: la White IPA.

La storia brassicola internazionale parla chiaro, nel 2010 Larry Sidor – mastro birraio della Deschutes Brewery, con sede in Oregon – e il belga Steven Pauwels – mastro birraio di Boulevard Brewing – si sono messi insieme per sviluppare una ricetta in collaborazione e hanno deciso di unire i rispettivi punti di forza per creare qualcosa di completamente nuovo, per il solo gusto di vedere cosa sarebbe successo.

Il risultato ha preso il nome di Conflux No. 2, una White IPA, che ha riscosso un incredibile successo di pubblico, grazie soprattutto all’effetto attesa creato nella comunità degli appassionati. Quello delle White IPA è un nuovo stile di birra ad alta fermentazione, ufficializzato nelle Linee Guida Bjcp del 2015, e che rientra nella sottocategoria delle Speciality IPA. Lo stile di questo tipo di birre artigianali unisce le caratteristiche speziate e rinfrescanti tipiche delle Blanche Belghe con gli aromi, l’intensità e la freschezza derivate dall’uso dei luppoli americani, tipiche delle IPA americane.

Una birra perfetta per dissetare ed appagare il palato nei periodi più caldi, con un carattere deciso e al contempo fresco.

Si abbina con un fresco aperitivo, accompagnata da qualche stuzzichino o tartina, la sua leggera acidità la rende un’ottima compagna di pesci bianchi, frutti di mare e verdure delicate.

Per avere un quadro generale dello stile riportiamo una sintesi, ricavata dalle linee Guida Bjcp, delle caratteristiche principali di questa birra:

Impressioni generali: versione fruttata, speziata e rinfrescante della American IPA, ma di colore più chiaro e

con un corpo più leggero.

Aspetto: da chiaro a dorato intenso, tipicamente torbida con una schiuma bianca densa e persistente che va da moderata a generosa.

Aroma: moderati esteri fruttati (banana, agrume e forse albicocca). Può avere uno speziato da leggero a moderato di coriandolo e pepe, dato dalle spezie vere e proprie e/o dal lievito belga. L’aroma di luppolo varia da moderatamente basso a medio

Gusto: lieve di malto che può ricordare il pane. Gli esteri fruttati sono da moderati ad elevati con gusti agrumati simili al pompelmo e all’arancia o a frutta con nocciolo come l’albicocca. Il gusto del luppolo varia da medio-basso a medio-alto e riflette i luppoli americani di tipo agrumato. Possono essere presenti dei gusti speziati tipo chiodo di garofano che arrivano dal lievito belga. L’amaro è elevato e porta a un finale moderatamente secco e rinfrescante.

Ingredienti: malti Pale e di frumento, lievito belga, luppoli americani di tipo agrumato.

Ma quando parliamo di birra artigianale non parliamo solo di tecnicismi, ma anche di tutto quello che una bevanda come la birra evoca e le suggestioni che offre.

A questo punto non resta altro da fare che dare la nostra personale ricetta di degustazione.

Forum Iulii consiglia di degustare una White IPA come la Carat:

  • in compagnia, preferibilmente con l’inizio dei primi caldi, quando il corpo cerca freschezza e leggerezza
  • all’aperto in un bistrot, su un prato, al mare o anche sul balcone di casa vostra
  • con qualche stuzzichino o del pesce bianco (un’orata agli agrumi sarebbe perfetta!)
  • con il vostro sottofondo musicale preferito, e se volete lasciarvi consigliare da noi potete ascoltare la nostra playlist di spotify

Cheers!

Condividi
Tagged , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *