Come bere una birra artigianale?

spillatura birra

La Birra Artigianale. Scopriamo le regole del servizio.

Nell’immaginario collettivo la birra si beve ghiacciata e direttamente dal collo della bottiglia senza necessità di un bicchiere, ma questa tecnica consente di cogliere tutte le qualità organolettiche di un prodotto come una birra artigianale?

La risposta è no!

Solo un servizio della birra realizzato in modo corretto è in grado di valorizzare realmente un prodotto così complesso e variegato.

Le regole del servizio della birra sono semplici, ma molto importanti e sono le seguenti:

Temperatura

La birra non va consumata ghiacciata, il freddo, infatti, è il nemico della percezione aromatica di qualsiasi alimento, ma non deve essere neanche consumata calda, il calore tende a sottolineare alcuni dettagli che possono rendere il prodotto sbilanciato e sgraziato.

Pur non esistendo una temperatura ottimale per tutti gli stili di birra, questa deve essere servita né troppo calda né troppo fredda con un minimo di 6° C.

Naturalmente esiste una regola generale che ci orienta sulla giusta temperatura a cui consumare la birra, ed è la seguente: più una birra è corposa e alcolica, più aumenta la temperatura alla quale va bevuta. Le birre chiare di bassa gradazione richiedono generalmente una temperatura di servizio intorno ai 6° C, all’aumentare del colore e del tenore alcolico aumenterà anche la temperatura di servizio. In genere sull’etichetta è riportata l’indicazione della temperatura ottimale per degustare quel tipo di birra.

Il consiglio di Forum Iulii è di ricordare sempre di mettere la birra in frigorifero per tempo in modo da farla raffreddare in un tempo adeguato. La strada più rapida del raffreddamento in freezer non porta buoni risultati, questa pratica tende a stressare la birra influenzando negativamente sulle sue caratteristiche.

Bicchiere

Ogni stile di birra ha il suo bicchiere che ne mette in evidenza il gusto e l’aroma e aiuta la formazione della giusta schiuma. Ad esempio, le birre ad alto contenuto alcolico come le Belgian Ale o le birre d’Abbazia, richiedono un bicchiere a calice; le Ale e le birre anglosassoni ottengono il meglio dalla pinta; le Blanche, e in genere le birre speziate di stile belga, vengono servite in bicchieri ampi.

Naturalmente se la degustazione si svolge in casa non possiamo avere tutti i tipi di bicchieri a nostra disposizione, a questo punto il consiglio di Forum Iulii è:

  • Se siete appassionati di bicchieri potete sceglierne un paio di forme uno più ampio e basso (tipo calice) per le birre più alcoliche e giocate sulle note dolci e uno slanciato e lineare, come la pinta, per le birre caratterizzate da secchezza, acidità e amarezza,
  • Se volete un oggetto dall’aspetto elegante potete scegliere il classico Teku che nasce come bicchiere universale per la degustazione della birra, caratterizzato da forme e peculiarità in grado di esaltare pregi e difetti di ogni prodotto brassicolo. 

Sempre in tema di bicchieri non dobbiamo dimenticare che per bere una birra abbiamo bisogno di un bicchiere rigorosamente di vetro, ma che caratteristiche deve avere?

Il vetro deve essere:

  • pulito e possibilmente bagnato, ma senza tracce di detergente e brillantante che impediscono la corretta formazione della schiuma,
  • prima dell’uso è consigliabile bagnarlo con acqua fredda, per eliminare eventuale polvere e avvicinare la temperatura del vetro a quella della birra.

Il nostro Mastro Birraio vi ricorda che quando si parla di birra non dobbiamo confondere la schiuma con le bollicine.

Per la birra la presenza di persistenti bollicine indica solo l’eccessivo contenuto di anidride carbonica!

Dopo aver raffreddato la birra, rispettando la temperatura di servizio, e aver scelto il bicchiere più adatto, dobbiamo versarla nel bicchiere, anche in questo caso vi diamo qualche consiglio.

Spillatura

La birra deve essere spillata rispettando due velocità: prima lentamente, tenendo il bicchiere leggermente inclinato fino a riempirlo per tre quarti; poi, dopo averlo raddrizzato, più velocemente, in modo da far sviluppare la giusta quantità di schiuma. Naturalmente se siamo in un pub il tema della spillatura si fa più articolato e ci troviamo di fronte a varie tecniche (alla tedesca, alla belga, mista,…), ma tutto questo sarà oggetto di un post dedicato!

A questo punto non ci resta da fare altro che augurarvi una buona bevuta, magari con una delle nostre birre!

Condividi
Tagged , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *